About

Flavio Lotti è l’organizzatore della Marcia per la pace Perugia-Assisi. E’ Coordinatore nazionale della Tavola della Pace, la più grande rete pacifista italiana che raccoglie centinaia di gruppi e organizzazioni laiche e religiose ed Enti Locali, fondata ad Assisi il 13 gennaio 1996. E’ Direttore del Coordinamento Nazionale Enti Locali per la pace e i diritti umani, un’associazione fondata nel 1986 che riunisce 704 Comuni, Province e Regioni italiane. E’ Fondatore e coordinatore della Rete Europea degli Enti Locali per la pace in Medio Oriente. E’ fondatore e direttore del sito web www.perlapace.it. E’ autore di numerosi articoli pubblicati da diverse riviste e quotidiani. E’ autore e co-autore dei seguenti libri: Venti di Pace (1992); Come scegliere per chi votare senza farsi male (1994); L’Onu dei Popoli. Progetti, idee e movimenti per riformare e democratizzare le Nazioni Unite (1996); Insegnare i Diritti Umani (1998); Per un’economia di giustizia, Il ruolo della società civile globale (1999); In prima persona. Come cambiare il mondo senza aspettare che lo facciano gli altri (1999); Costruendo la pace dal quartiere all’Onu. Le prime 100 cose fatte dal Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i Diritti Umani (2006); Non basta parlare di pace. La storia della Marcia Perugia-Assisi (2011).

Flavio Lotti è nato a Conegliano (TV) il 27 dicembre 1960 e risiede a Perugia. E’ sposato e ha una figlia.

Flavio Lotti inizia il suo impegno per la pace a scuola, all’età di 16 anni. A 18 anni si dichiara “obiettore di coscienza al servizio militare”. Nel 1979 inizia il servizio civile alternativo al servizio militare presso la “Comunità di accoglienza” di Legnaro (PD) fondata da Don Flavio Gianesin. Ma invece dei venti mesi previsti (otto in più del servizio militare) resterà a vivere nella Comunità per sei anni.

A partire dal 1979, è tra gli animatori della Lega degli Obiettori di Coscienza (LOC) e del Comitato Popolare Veneto per la pace che il 30 agosto 1981 organizza a Vicenza la prima grande manifestazione popolare contro gli euromissili.

Nel 1981 lancia la campagna “Dichiara la tua città Zona Denuclearizzata” che in pochi anni raccoglierà l’adesione di più di ottocento comuni italiani.

Nel 1981 partecipa per la prima volta alla Marcia per la pace Perugia-Assisi.

Nel 1985 viene nominato coordinatore nazionale del Coordinamento Nazionale dei Comitati per la Pace, la sede unitaria del movimento per la pace contro gli euromissili.

Nel 1986 partecipa alla fondazione del Coordinamento Nazionale degli Enti Locali Denuclearizzati e viene incaricato di coordinare le sue attività nazionali e internazionali.

Nel 1988 è tra i fondatori dell’Associazione per la pace di cui diventa subito il Portavoce nazionale fino al 1994.

Dal 1988 organizza la Marcia per la pace Perugia-Assisi insieme a numerosi gruppi, associazioni ed enti locali.

Nel 1991 promuove, insieme a padre Ernesto Balducci, la trasformazione degli Enti Locali Denuclearizzati in “Enti Locali per la Pace”.

Nel 1993 fonda il Coordinamento nazionale per le celebrazioni del 50° anniversario dell’Onu.

Dal 1995 organizza le Assemblee dell’Onu dei Popoli che precedono la Marcia per la pace Perugia-Assisi.

Nel 1996 fonda la Tavola della Pace insieme a padre Nicola Giandomenico, portavoce dei Francescani del Sacro Convento di Assisi.

Nel 2002 diventa membro del Consiglio Internazionale del Forum Sociale Mondiale di Porto Alegre.

Nello stesso anno contribuisce a fondare la Rete europea degli Enti Locali per la pace in Medio Oriente e diviene membro del Segretariato internazionale.

Dal 2003 al 2010 collabora con la Campagna delle Nazioni Unite per gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (UN Millennium Campaign).

Nel 2004 contribuisce a fondare la Coalizione Mondiale contro la povertà e diviene membro del Comitato Internazionale fino al 2006. Nel 2005 contribuisce a fondare e coordinare la Coalizione Italiana contro la povertà.

Nello stesso anno promuove e coordina la campagna internazionale per la democratizzazione e il rafforzamento delle Nazioni Unite “Riprendiamoci l’Onu”.

Nel 2005 contribuisce a fondare l’Alleanza dei Comuni per la Pace (Municipal Alliance for Peace) che riunisce le associazioni degli enti locali palestinesi, israeliani e del resto del mondo ed entra a far parte del Comitato Esecutivo.

Dal 2004 al 2007 è membro del Consiglio Mondiale dell’Associazione degli Enti Locali “United Cities and Local Governments”.

Nel 2007 entra a far parte del Comitato Scientifico del World Political Forum, fondato e presieduto da Mikhail Gorbachev.

I commenti sono chiusi.

Ultimi commenti

    About

    E’ Coordinatore nazionale della Tavola della Pace, la più grande rete pacifista italiana che raccoglie centinaia di gruppi e organizzazioni laiche e religiose ed Enti Locali, fondata ad Assisi il 13 gennaio 1996.